La notizia scioccante ha scatenato la Rete – tre secoli dopo, la lettera dettata dal demonio alla monaca Maria Crosifissa della Conchesion è stata decifrata!

È noto che la nascente Isabella Tomasi aveva 15 anni nel convento benedettino di Palma di Monteciaro ad Agrigento. Ma una mattina del 1676 non iniziò secondo il piano di Dio – la ragazza si svegliò nella sua cella, seduta sul pavimento, e persino con inchiostro e volto macchiati! Sul tavolo trovò un pezzo di carta con il testo, il cui significato non capiva nessuno …

la lettera

Nun Maria non nascose nulla, ma immediatamente ammise alle suore che questa lettera le era stata dettata dal diavolo stesso, che si era stabilito in lei!

A proposito, quindi nelle parole “ossessionato” nessuno dubitava, e anche viceversa – la lettera era esposta nel monastero per la visione pubblica. Ma la sfortuna – il significato delle parole scritte dalla ragazza sotto il dettato del diavolo, nessuno poteva capire o leggere.
Chi avrebbe dubitato che dopo il 361 il misterioso manoscritto sarebbe stato semplicemente lasciato solo e non avesse cercato di scoprire la verità? Ma vale la pena notare che i risultati visibili delle versioni e dei tentativi non hanno portato, fino a …

monastero

Per il momento, i geni informatici italiani del centro di ricerca scientifica Ludum di Catania non hanno accettato il lavoro. Si scopre che hanno usato lo spazio anonimo DarkNet, che è stato chiuso dalle autorità e dai motori di ricerca, che rimane invisibile ai normali browser, e lì hanno scelto un algoritmo di decifrazione adatto!

Non ci crederai, ma per iniziare a lavorare con la “lingua del diavolo”, gli specialisti dovevano caricare nel programma un sacco di alfabeti rari, tra cui Yezidi, il greco antico e persino l’antico runico tedesco.

L’algoritmo funzionava, cercando di far corrispondere lettere di alfabeti con segni e lettere di una lettera misteriosa. E 15 righe di un messaggio inquietante “ceduto” a lui!

trascrizione

A proposito, il testo stesso, in effetti, è molto simile al diavolo: è scritto in modo nervoso, caotico e persino in lingue diverse. E la linea rossa attraverso l’intero “messaggio” è una riflessione sulla relazione tra le persone, Dio e il diavolo.

Ecco alcune frasi e passaggi parola per parola: “Dio è stato inventato da un uomo”, “Il sistema per tutti coloro che non funziona”, “Dio, Gesù e lo Spirito Santo – un onere aggiuntivo, una inutile”, così – “Dio crede che rilascerà tutti mortali “.

“La lettera del diavolo”

lettera del diavolo

Dopo l’attesa tanto attesa, il direttore del Ludum Center, Daniele Abate, commenta l’accaduto con scetticismo non dissimulato:

“Probabilmente Maria era una linguista di talento. Ha scritto il testo in una lingua che ha inventato lei stessa, mescolando gli alfabeti che conosceva. Ogni simbolo è ben pensato e strutturato. Ma il diavolo, naturalmente, era … Nella sua testa! “

Gli scienziati sono già riusciti a stabilire che suora Maria era davvero un’ottima linguista: conosceva alfabeti latini, greci e runici. Ma questa conoscenza è stata aggiunta e ha fornito diagnosi – si scopre che la ragazza ha sofferto di schizofrenia e disturbo bipolare.

cattedrale

Oggi la famosa “lettera del diavolo” è conservata nella cattedrale della città di Agrigento (Sicilia), e la sua copia è nel monastero di Maria del monastero.

Basato su: Daily Mail
Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

56 − = 53