Manticore: cos'è questa creatura e come appare?

Circa la sostanza chiamata "Manticore", molte informazioni sono state conservate, solo grazie all'antica dottoressa greca Ctesia, che presumibilmente lo ha visto alla corte dei Persiani. Il greco descriveva il mostro come un leone con il volto di un uomo che divorava le persone e con un salto superò la vittima a grandi distanze. Esiste una versione, presumibilmente questa creazione è una delle immagini del dio Vishnu.

Manticore - chi è questo?

Manticore è una creatura con il corpo di un leone, il volto di un uomo e la coda di uno scorpione, il cui segno luminoso era costituito da denti in tre file e occhi azzurri. Si credeva che questo mostro stesse cacciando le persone e mangiando la loro carne, quindi veniva spesso raffigurato con parti del corpo umano tra i denti. La coda era coronata da enormi spine, con le quali il mostro poteva anche uccidere, quindi non c'era possibilità di salvezza.

Manticore - Mitologia greca

Manticore - chi è lei? Sebbene, a giudicare dalla descrizione e dalle abitudini del mostro, molti ricercatori suggeriscono che proviene dalla Persia o dall'India, l'aspetto esteriore assomiglia molto ad un'enorme tigre. Persino il nome tradotto dal farsi significa "cannibale", e nella foresta erano presenti anche gatti selvatici di grandi dimensioni. Ma lo scopritore della creazione non sono gli indù, ma il medico greco Ctesias, che descrisse la creatura da incubo nei suoi libri. Secondo la sua versione, il Manticore è una creatura malvagia che possiede:

  • il corpo di un leone e il volto di un uomo;
  • tre file di denti;
  • artiglio alla punta della coda;
  • baffi pieni di veleno.

Tale ha descritto la Manticore nei loro scritti gli antichi Elleni. Più tardi, gli studiosi greci hanno formato la loro versione di questa creazione. Il geografo Pausania era sicuro che fosse una tigre gigante, e il colore rosso della pelle gli dava un tramonto negli occhi degli indù. E già una tripla fila di denti e una coda che spara frecce velenose sono finzioni di cacciatori che avevano paura di superare un'enorme bestia.

Come si presenta il Manticore?

Secondo le descrizioni degli antichi greci, che hanno ricevuto dai Persiani, il Manticore era una simbiosi di diversi esseri:

  • il corpo di un leone, ma non giallo, ma rosso;
  • pungiglione di uno scorpione sulla coda, tiro con gli aghi;
  • salti fulminei, corsa veloce;
  • la voce è simile ai suoni di un tubo e di un tubo.

Di chi è il corpo di Manticore? A giudicare dalle descrizioni, poi un grande leone o un gatto gigante, questa era una caratteristica del mostro. Nei secoli successivi, la sua immagine è stata significativamente integrata da altre caratteristiche:

  1. Il Medioevo. Enormi denti non erano più messi in bocca, ma nella gola, e la voce era simile al sibilo di un serpente, con cui un mostro attirava la gente.
  2. 20 ° secolo, libri di fantascienza. Manticore ha avuto le ali e ha colpito picchi velenosi, la voce sembrava più un ronzio. Guarì istantaneamente le sue ferite, la pelle aveva la capacità di riflettere qualsiasi incantesimo.

Leggenda di Manticore

Qual è la differenza tra una manticora e una chimera?

Alcuni ricercatori collegano la manticora e la chimera a caratteristiche esterne, ma c'è una differenza tra loro. Chimera è una creazione della mitologia greca, sua madre era Echidna, e il padre era il figlio di Gaia e Tartarus Tsifey, secondo un'altra versione è nata da Orta e Hydra. Si credeva che la chimera vivesse in Licia e portasse il suo principe Bellerofonte. Questa creatura proviene dalla dea greca del pantheon degli dei, e il Manticore è un ospite delle leggende di altre persone. Chimera e Manticore avevano una caratteristica esterna comune: il corpo del leone, nel resto il mostro ellenico era diverso:

  • la capacità di sputare fuoco;
  • la parte posteriore del corpo della capra;
  • coda di serpente;
  • tre teste: capre, serpenti e draghi.

La leggenda del Manticore

La leggenda del Manticore, il greco Ctesias non ha portato, limitato a voci generali sulla sua esistenza. Nei miti della Persia, c'è una menzione che questo terribile mostro, quando incontra un uomo, ama fare enigmi, e se il viaggiatore risponde a tutto, allora lascia andare. I ricercatori sono inclini a credere che il Manticore, un mostro che divora le persone, abbia avuto origine nelle storie dell'India, per poi emigrare in Persia, dove la Ctezia greca ne ha sentito parlare.

C'è ancora una versione, presumibilmente un tale mostro è nato da una leggenda sul dio Vishnu, che è stato in grado di trasformarsi in creature diverse. Nell'immagine di uno di loro - un leone con un volto umano - ha vinto il demone malvagio Hiranyakasipu. Dopo che il popolo indù Vishnu iniziò ad essere chiamato Narasimha Mantikor. Nella leggenda, è descritto con il corpo di un leone, la coda di uno scorpione e i denti di uno squalo. Nel Medioevo, il Manticore divenne un simbolo della tirannia e del male.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

24 + = 31