La dea Ishtar - la leggenda della dea dell'amore nella mitologia accadica

Molte correnti filosofiche hanno più o meno una connessione con le religioni e le sette antiche. A quei tempi il politeismo era la norma, e per ogni sfera c'era una divinità particolare. Uno dei personaggi famosi degli antichi culti è la dea Ishtar.

Chi è Ishtar?

La divinità femminile centrale della mitologia accadica ha incarnazioni in altri paesi, ad esempio, in Egitto è conosciuta come Astarte, e in Grecia è una delle incarnazioni di Afrodite. Se interessato, Ishtar la dea di cosa, cioè, per quale sfera risponde, allora è considerata la patrona dell'amore. In tutte le sue incarnazioni, è l'incarnazione dell'essenza femminile e della sessualità. È associato a tutto ciò che ha a che fare con il sesso, inclusa la perversione. Ishtar è il dea guerriero e demone della rigidità. Spesso è chiamata la patrona delle prostitute e delle cortigiane.

Dove abitava Ishtar?

Secondo le informazioni storiche, nel 7 ° secolo aC nel territorio dell'Iran moderno c'erano diversi stati e chiamato Mesopotamia. La dea dell'amore e della fertilità Ishtar ha avuto una grande influenza sulla gente, quindi il suo culto si è diffuso in diversi territori, ma il luogo principale della sua adorazione è il regno accadico. I miti non indicano dove sia vissuta la dea Ishtar stessa, ma ci sono prove che sia scesa negli inferi e ascesa al cielo.

Il marito di Ishtar

La moglie della dea dell'amore riconosce Baal, che è il dio degli elementi in Siria. Era anche una divinità della fertilità, del sole e della guerra. Nei tempi antichi, la parola "Baal" era un epiteto per designare divinità e sindaci degli antichi semiti. Il marito della dea Ishtar suscitava paura nelle persone e lo lusingava, gli venivano offerti sacrifici, compresi quelli umani. Molti storici considerano Baal il primo dio patrono globale. Il coniuge Ishtar aveva un altro nome - Baal e molti maghi e teologi, considerandolo un terribile demone infernale.

chi è ishtar

Ishtar dei bambini

Non ci sono informazioni affidabili sui discendenti della dea dell'amore, ma ci sono suggerimenti che lei abbia avuto un figlio. Infatti, Ishtar aveva un gran numero di amanti, non solo tra gli dei e le persone, ma anche gli animali. Era distinta dalla sua insaziabile lussuria e dal suo ventre. Vale la pena notare che a causa di ciò, questa divinità è stata scelta dagli omosessuali e dalle prostitute come patrona. La dea dell'amore Ishtar distrusse i suoi amanti con una passione che divenne pesante catene. Forse, per questo, non aveva bambini.

La leggenda della dea Ishtar

Nel famoso "Racconto di Gulgamesh" si racconta che la dea distrusse il suo amato Tammuz, che era il dio della fertilità. Il suo atto ha causato conflitti con altri celibi. La leggenda di Ishtar dice che per espiare la sua colpa, scese nel regno oscuro dei morti, governato da sua sorella. La dea deve passare attraverso le sette porte e ogni barriera che ha dovuto restituire - i suoi gioielli, che la privarono della forza e del potere mistici. Di conseguenza, entrò nel regno inferiore nuda e indifesa.

L'odiata sorella le manda sessanta malattie e la chiude a palazzo, così che viene tormentata lì. In questo momento non solo la dea Ishtar soffre, ma tutte le persone sulla terra, come la natura comincia a appassire, e gli animali, gli uccelli e gli esseri umani non possono riprodursi. La divinità suprema Aye comprende la tragedia della situazione, l'ordine di far rivivere la dea dell'amore. Come riscatto, lascia il suo amato Tammuz nel regno oscuro.

La dea Ishtar è un simbolo

Uno dei simboli importanti di questa divinità è il cerchio, intrecciato con un nastro, all'interno del quale è una stella a otto punte. In questa figura, il cerchio rappresenta il cielo e la stella rappresenta il sole. Il simbolo della dea Ishtar è un cielo limpido, che incarna la dea. Ci sono molte varianti di questo disegno usate per scopi diversi, per esempio, c'è una stella di Ishtar, che è stata applicata alle impronte dei registri di Babilonia, altre immagini si trovano nei mosaici e in vari ornamenti.

dove visse ishtar

Culto di Ishtar

Rituale conosciuto, che può essere eseguito per esprimere il suo rispetto alla dea dell'amore e rivolgersi a lei per chiedere aiuto. L'uso è consentito solo in una situazione in cui non funziona a lungo per risolvere un problema importante. Si noti che le principali sfere di influenza di Ishtar - la vita personale, ma aiuta anche nelle questioni materiali e in vari conflitti. Il rituale consiste di diverse fasi:

  1. È necessario iniziare il giorno durante il giorno e idealmente se il sole splende sull'altare costruito. Se il rito si svolge in casa, allora è necessario aprire la finestra.
  2. Costruisci l'altare, che dovrebbe essere basso e coperto con un panno bianco. Meglio di tutti, se è fatto di seta. Negli angoli e al centro, metti delle candele bianche.
  3. Vicino alla candela, che si trova nell'angolo vicino a sinistra, metti un calice di cristallo pieno di latte. Dopo di lui ha messo un incensiere con tali erbe: 1 parte di salvia e assenzio e 2 parti di calendula. Le piante hanno bisogno di essere bruciate e spegnere le fiamme in una volta, in modo che possano solo bruciare. Nell'angolo vicino a destra, posiziona una statua di una colomba bianca.
  4. Mettiti in ginocchio e poi, con voce triste, la preghiera di Ishtar dovrebbe essere letta. Dopo ogni linea, è necessario fare un arco, in modo che la fronte tocchi il pavimento.
  5. Se tutto è fatto correttamente, non ci sono cattivi pensieri, e la dea Ishtar è venuta in contatto, poi ci sarà la febbre. Raccogli il calice con il latte, racconta la trama e bevi tutto.
  6. Dopo di ciò, rivolgiti alla dea con parole tue e chiedile aiuto per risolvere il problema esistente. Assicurati di prometterle di dar da mangiare ai piccioni e di elogiarla costantemente nei suoi pensieri. Dì addio, spegni le candele e l'erba. La finestra dovrebbe rimanere aperta fino a quando tutto il fumo è sparito.
  7. Se il contatto non è stato installato dalla prima volta, non è necessario disperare e puoi ancora riprovare, solo il giorno successivo. È vietato eseguire questo rituale più di una volta al giorno.

adorazione di ishtar

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

22 − = 18