Mostar - attrazioni

La città di Mostar è considerata il centro storico non ufficiale dell’Erzegovina. La città ha una grande storia e molti luoghi e beni culturali memorabili, che persino Sarajevo poteva invidiare. Inoltre, Mostar ha attrazioni naturali, le cui fotografie adornano le pagine di riviste e libri sulla Bosnia ed Erzegovina.

Attrazioni naturali

Il principale punto di riferimento naturale di Mostar, che è visibile da qualsiasi punto della comunità, è il Monte Hum. L’altezza della montagna non può dirsi grandiosa, per gli standard mondiali non è tanto – 1280 metri. Allo stesso tempo, attira l’attenzione di decine di migliaia di turisti. Hum Mountain non ha rocce pericolose, alte cime o cime coperte di neve, quindi anche i principianti possono scalare la montagna.

Ma la montagna è diventata incredibilmente popolare non per le sue caratteristiche naturali. Hum funge da piedistallo per il simbolo della fede cattolica a Mostar – una croce bianca alta 33 metri. Fu eretto nel 2000 e da allora i turisti, come la gente del posto, stanno discutendo sulla giustizia. Dopotutto, quasi la metà delle persone di Mostar professano l’Islam.

Ad un certo punto, la costruzione della croce ha causato controversie tra i credenti, ma la tolleranza, che è stata allevata qui per secoli, è salita oggi, non ci sono grandi dispute tra cattolici e musulmani. Molti turisti non visitano questo posto a causa della loro fede, ma per vedere una grande croce nelle vicinanze. A proposito, è visibile da qualsiasi area di Mostar.

Hum Mountain Croce sul Monte Hum

La seconda attrazione naturale a cui dovresti prestare attenzione è il fiume Radobolia. È un affluente della Neretva e in un periodo caldo è un rivolo sporco. Ma nel periodo più fresco dell’anno, quando le forti piogge stanno passando, Radobolia sembra prendere nuovamente vita e trasformarsi in un rumoroso flusso d’acqua. Oltre al fatto che durante questo periodo il fiume ha una vista piuttosto pittoresca, ha anche una relazione diretta con le viste incredibili. Ad esempio, nel Medioevo il fiume ha messo in moto diversi mulini, alcuni dei quali sono sopravvissuti fino ad oggi. Un’altra attrazione è Curve Bridge. Ha una forma insolita e piegata, quindi il suo nome è completamente giustificato. Questo ponte è notevole per il fatto che è da esso che si apre la vista più bella del fiume. Pertanto, ci sono sempre molti turisti con telecamere qui.

Il fiume di Radobla Il ponte piegato a Mostar

Non meno interessante vista – artificiale Lago Yablanitsa. È stato creato nel 1953 e si trova nella periferia di Mostar. Lo stagno era situato in un posto bellissimo, tra le montagne. Ci sono sempre molte persone qui – qualcuno viene a pescare, qualcuno nuota o fa un giro in barca. Questo posto è saturo di serenità e libertà. La larghezza del lago è di circa tre chilometri, quindi c’è abbastanza spazio per tutti.

Lago Yablanitsa Ponte sul lago Yablanitsa

Mostar – città vecchia

Le principali attrazioni di Mostar sono legate al patrimonio storico della Bosnia, ma più precisamente la parola “antico” si avvicina a loro. Lo stato del centro storico dell’Erzegovina è pienamente giustificato e, prima di tutto, va detto sui ponti urbani. A proposito, la città stessa fu chiamata in onore del ponte, lanciata attraverso la Neretva. E ‘stato costruito dai Turchi nel 16 ° secolo e chiamato Mostar. La città attorno al ponte è stata costruita esclusivamente per la sua protezione. Allo stesso tempo, l’infrastruttura della città con lo stesso nome si sviluppò abbastanza rapidamente, grazie alla quale ora possiamo vedere edifici antichi.

Il vecchio ponte 28 metri di lunghezza e 20 di altezza. Per quei tempi può essere considerato un grande progetto. E se si tiene conto del fatto che il ponte combina l’architettura di stili diversi, diventa solo uno spettacolo unico. Il ponte fu saldamente stabilito per quattro secoli, ma la guerra bosniaca non poté sopravvivere. Nel 1993, i militanti lo hanno completamente distrutto. Nel 2005, il Ponte Vecchio è stato completamente restaurato. Si ritiene che la versione moderna sia solo una copia esatta. Ma al fine di ricostruirlo, tutti i suoi componenti sono stati sollevati dal fondo del fiume.

Il vecchio ponte Il vecchio ponte dopo l'esplosione Ponte vecchio - passi

Il secondo ponte a Mostar, che merita attenzione, è Curve Bridge. Collega le rive del piccolo fiume di Radolf ed è considerato un simbolo della città. Sfortunatamente, non ci sono fonti circa la data della costruzione del ponte e l’architetto, ma questo sottolinea solo la sua antichità. Nonostante il nome del ponte, il suo arco ha una forma perfettamente corretta e un’altezza di 8,56 metri. Da entrambe le sponde del ponte è possibile salire i gradini di pietra. Ha una bellissima vista sul fiume. Solo nella stagione calda il fiume si asciuga e lo spettacolo si apre non molto stimolante, si trasforma in una palude poco profonda.

Poiché non è strano, anche il ponte Krivoy è stato ricostruito. È stato distrutto da un’inondazione nel dicembre 2000. L’iniziativa del restauro del ponte è stata avviata dall’UNESCO. Nel 2001, il ponte è stato ricostruito e oggi è un simbolo della città.

Hotel in un edificio storico

Antiche case appartenenti a famiglie nobili hanno sempre attirato l’attenzione dei turisti. Il vecchio edificio in combinazione con i pregi dei proprietari non può lasciare indifferenti. Hotel Boslian National Monument Muslibegovic – questo è il “nido familiare” di Muslibegovic. L’età dell’edificio è più di tre secoli. Parte dell’edificio è un museo, dove è possibile vedere non solo articoli per la casa, ma anche esempi di calligrafia ottomana, tessuti antichi, mobili e altri oggetti del 17 ° secolo. Gli appartamenti dell’hotel presentano un design tradizionale e servizi moderni.
L’edificio dell’hotel è un patrimonio storico della Bosnia, quindi può essere tranquillamente considerato una delle principali attrazioni di Mostar.

Monumento nazionale bosniaco Muslibegovic Bosnian National Monument Muslibegovic - appartamento Hotel - Bosnian National Monument Muslibegovic

Altre attrazioni

Il ponte è la base della destinazione turistica in Bosnia, oltre alle principali attrazioni di fama mondiale, ha anche molti luoghi interessanti che possono essere una vera scoperta per voi. Ad esempio, Moschea di Karajez-Beck, eretto nel 1557, o le dimore erette durante il regno dell’Impero Ottomano. È ugualmente interessante osservare la sinagoga del 1889 eretta vicino al cimitero ebraico. Ma non tutti gli edifici antichi erano perfettamente conservati fino ad oggi. Così, dalla basilica paleocristiana c’erano solo rovine su cui sono collocate delle tavolette memorabili. Appartiene agli antichi edifici in rovina Bagno pubblico ottomano. Questo punto di riferimento è particolarmente interessante per i turisti, poiché nella storia raramente viene raccontata la vita quotidiana dei nostri antenati e il bagno colpisce questa parte della loro vita.

Moschea Karagez-Beck Cimitero ebraico

Come comportarsi con Mostar?

Mostar si trova nella parte sud-orientale della Bosnia, attraverso la quale passano le principali vie di trasporto del paese, quindi non è difficile arrivarci. Nella direzione della città, gli autobus corrono spesso e vengono inviati servizi di treni regolari.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 8 = 1