stili di leadership

In psicologia c'è una cosa come stili di leadership, infatti, è una combinazione di metodi e tecniche che le persone usano per influenzare gli altri membri del gruppo. A seconda dello stile di leadership, la gestione del gruppo e le relazioni al suo interno possono essere sia più informali, sia basati sulla più stretta osservanza delle leggi della gerarchia.

Leadership e stili di leadership

Attualmente, la classificazione degli stili di leadership implica la presenza di uno dei tre tipi di gestione delle relazioni e il lavoro di gruppo di un leader, formale o informale:

  1. autoritario. Quando si utilizza questo stile, il leader o leader informale costruisce le sue relazioni con il gruppo sotto forma di un "ordine - una relazione sul lavoro svolto". Una tale persona prende una decisione quasi da sola, le opinioni degli altri membri del gruppo non vengono prese in considerazione. Lo svantaggio di tali relazioni è che spesso all'interno del gruppo ci sono pettegolezzi, sfiducia reciproca, tentativi di sedersi con altri membri della squadra e non sostenerli. Una caratteristica positiva di questo stile di gestione è l'alta velocità del lavoro, la fiducia dei membri del team è che stanno facendo tutto bene, in quanto vi sono istruzioni precise per ogni situazione lavorativa.
  2. democratico. Nelle moderne strutture aziendali e nella gestione, questo stile di leadership è spesso definito il più efficace, sebbene, ovviamente, non si adatti a tutte le organizzazioni e i gruppi. La caratteristica principale di questo stile è il processo decisionale collegiale, cioè il leader tiene conto dell'opinione del gruppo o di coloro che sono considerati esperti del problema in esame. Con questo tipo di gestione, viene utilizzato il metodo carota e bastone, il leader controlla l'adempimento dei compiti e, in base al risultato, assegna o punisce i subordinati.
  3. liberale. Con tale gestione, il gruppo di lavoro inizia ad assomigliare alla famiglia, il leader, infatti, occuperà una posizione formale, dal momento che le decisioni saranno prese dal team, e l'opinione del capo sulla direzione scelta e la qualità dei compiti è presa in considerazione nell'ultimo posto. Questo stile è anche chiamato connivente, poiché è realistico, il leader non risolve alcun problema nel team, lascia andare le cose da sé e non influenza il processo.

La scelta dello stile di gestione dipende non solo dalle qualità personali del leader, ma anche dalle mansioni svolte dal gruppo, dalle caratteristiche dell'ambiente esterno, quindi ogni tipo di leadership può essere molto efficace, ma solo in determinate condizioni specificate.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 1 = 2