Pensiero e azione | actualidadypolitica.com

Pensiero e azione

pensiero e attività

Il pensiero è il processo di conoscenza di un oggetto di una persona nella sua forma generalizzata e mediata. Il pensiero non può esistere senza sensazioni, ma è una visione molto più profonda dell'essenza delle cose. Poiché il pensiero e l'attività dei sistemi sensoriali sono inestricabilmente legati, per l'inizio, scopriremo qual è la differenza.

Sento e penso

Ad esempio, guardi un albero: vedi il colore e la forma delle sue foglie, le pieghe dei rami, il rilievo della corteccia. Tutto ciò che percepisci con la vista, cioè, è un esempio del lavoro delle sensazioni. Nella tua mente, viene mostrata un'immagine accurata di ciò che ha catturato i tuoi sentimenti sensoriali.

E ora non guardi solo quest'albero, rifletti su come il suolo influisce sul suo cibo e sull'alimentazione per la crescita, quanta umidità, i raggi solari hanno bisogno di un albero. In questo caso, stiamo parlando di pensare, come attività cognitiva, che, a sua volta, non è possibile senza sensazioni sensoriali, senza sensazioni. Inoltre, il pensiero è sempre generalizzato: tu, in questo caso, non pensi alla betulla che hai visto con i tuoi occhi, ma alla struttura e alla vita dell'albero in generale.

Il problema dà origine al pensiero

È impossibile non notare l'interazione tra pensiero e attività umana, e non importa affatto, su che tipo di attività stiamo parlando. Il pensiero sorge quando c'è un problema. Per iniziare, hai bisogno di una persona per pensare, e questo può solo stimolare un ostacolo. Tipico per le domande del pensiero: "Da dove viene questo?", "Cos'è questo?", "Come funziona?". E le domande confermano ancora una volta che il pensiero fa parte dell'attività cognitiva.

Pensiero e attività professionale

Dato che l'attività umana e il pensiero sono inestricabilmente collegati, è ovvio che nell'attività lavorativa è proprio quello che gioca un ruolo decisivo. C'è anche una classificazione speciale del pensiero professionale:

  • teorico - finalizzato all'analisi, alle regole, alle leggi, alla loro creazione e identificazione;
  • pratico - sviluppo di piani, progetti, visione della situazione nel suo complesso, previsione del risultato;
  • produttivo - questo pensiero creativo, che aiuta a far fronte a situazioni estreme, offre un'opportunità pensando come attività cognitiva costruire nuove strategie;
  • intuitivo - una sorta di pensiero che salva seriamente nell'attività professionale, perché a volte salva solo quando non c'è tempo per altri tipi di processi mentali;
  • analitico - una chiara catena logica di causa-effetto, volta a trovare la soluzione più vantaggiosa.

Tutti questi tipi sono caratteristiche del pensiero professionale e la loro combinazione specifica può parlare delle capacità di una persona in una particolare attività lavorativa.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

5 + 5 =

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: