aggregazione di piastrine durante la gravidanza

L'aggregazione delle piastrine durante la gravidanza è uno degli indicatori più importanti, la cui riduzione può contribuire all'emorragia. L'aggregazione in medicina si riferisce alla capacità delle piastrine di unirsi, vale a dire, incollando le piastrine nel sangue.

Questo processo è il seguente. Se le pareti dei vasi sono danneggiate, il sangue inizia a fluire da esse per prevenire le conseguenze, il corpo invia un allarme alle cellule. Di conseguenza, nel punto del danno, compaiono le piastrine e, incollando insieme, chiudono gli spazi vuoti della nave.

Per determinare questo indicatore, viene eseguito un coagulogramma, un esame del sangue usando un metodo di laboratorio che usa induttori, sostanze speciali che provocano aggregazione. La norma di aggregazione delle piastrine durante la gravidanza quando si interagisce con una qualsiasi di queste sostanze è del 30-60%.

Ipoaggregazione delle piastrine durante la gravidanza

La riduzione dell'aggregazione piastrinica durante la gravidanza può verificarsi a causa di un aumento della distruzione o del consumo di piastrine nel sangue. Le cause di questo possono essere sanguinamento frequente, una violazione del sistema immunitario del corpo o una dieta impropria di una donna incinta. L'ipoaggregazione delle piastrine durante la gravidanza è espressa da sintomi quali lividi e sanguinamento. In tali casi, le placche sanguigne sono prodotte in quantità molto piccole o acquisiscono una struttura irregolare. Nel parto un tale indicatore di coagulabilità del sangue può portare a gravi emorragie.

Iperaggregazione delle piastrine durante la gravidanza

aggregazione piastrinicaLa causa dell'aumentata aggregazione piastrinica durante la gravidanza è la disidratazione del corpo. Ciò può essere dovuto al vomito, ad esempio durante la tossiemia, frequenti feci molli o basse quantità di alcol.

Un lieve aumento è considerato un processo naturale nel periodo di gestazione - questo è associato alla circolazione utero-placentare. L'iperaggregazione delle piastrine durante la gravidanza può provocare la formazione di trombi. La trombosi, arteriosa o venosa, può essere accompagnata da una sindrome antifosfolipidica, che è spesso causa di aborto nelle fasi iniziali.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 + 4 =