come prepararsi per il grande post

The Great Post simboleggia i 40 giorni del digiuno di Gesù Cristo in un deserto senza vita. Seguirono sette giorni di sofferenza di Cristo: la Settimana Santa, quando accettò volontariamente i peccati dell'umanità.

Per coloro che vogliono trascorrere questo tempo, non solo abbandonando il consumo di carne e vivendo consapevolmente, sarà molto utile imparare come prepararsi per il Great Post.

astinenza

Il digiuno è, soprattutto, l'astinenza dal cibo, dalla lussuria, dal male, dalla profanità, dalle bugie, dalle calunnie, ecc. Ma il tuo post è inutile se sei limitato solo alla sfera del cibo, continuando a imbrogliare, invidiare, danneggiare e anche solo pensare male a qualcuno. Il digiuno è la completa purezza di pensieri e corpo.

Dal consumo eccessivo di cibo, secondo la Bibbia, il cuore di una persona diventa più duro, smette di essere capace di condoglianze e compassione. Pertanto, il cibo in Quaresima dovrebbe essere molto modesto. Sei limitato a un pasto al giorno (due in vacanza), non mangiare cibo di origine animale (pesce e caviale - nei giorni festivi è possibile), non ingannare te stesso, sostituendolo con la soia.

Qui, l'essenza è l'astinenza, e non un rifiuto delle proteine ​​animali.

La preparazione per il Grande Post significa purezza di pensieri, desideri e azioni. Attraverso il controllo del corpo, una persona è purificata da pensieri malvagi, passioni e vizi.

preparazione per il grande post

Quando stai digiunando, non hai bisogno di indossare la maschera del sofferente. Le persone spesso fanno questo per indurre gli altri a provare ammirazione, rispetto, simpatia e persino invidia. Ma se vivi e, di conseguenza, digiuni secondo la Bibbia, probabilmente dovresti sapere che il digiuno non dovrebbe essere davanti alla gente, ma davanti a Dio.

E, naturalmente, gli elementi inalienabili del digiuno sono preghiere e confessioni. Dopotutto, rinunciando al cibo, la concupiscenza corporale dovrebbe portare al fatto che una persona calma il corpo e rivela la sua anima in preghiere a Dio.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

72 − 65 =

come prepararsi per il grande post

The Great Post simboleggia i 40 giorni del digiuno di Gesù Cristo in un deserto senza vita. Seguirono sette giorni di sofferenza di Cristo: la Settimana Santa, quando accettò volontariamente i peccati dell'umanità.

Per coloro che vogliono trascorrere questo tempo, non solo abbandonando il consumo di carne e vivendo consapevolmente, sarà molto utile imparare come prepararsi per il Great Post.

astinenza

Il digiuno è, soprattutto, l'astinenza dal cibo, dalla lussuria, dal male, dalla profanità, dalle bugie, dalle calunnie, ecc. Ma il tuo post è inutile se sei limitato solo alla sfera del cibo, continuando a imbrogliare, invidiare, danneggiare e anche solo pensare male a qualcuno. Il digiuno è la completa purezza di pensieri e corpo.

Dal consumo eccessivo di cibo, secondo la Bibbia, il cuore di una persona diventa più duro, smette di essere capace di condoglianze e compassione. Pertanto, il cibo in Quaresima dovrebbe essere molto modesto. Sei limitato a un pasto al giorno (due in vacanza), non mangiare cibo di origine animale (pesce e caviale - nei giorni festivi è possibile), non ingannare te stesso, sostituendolo con la soia.

Qui, l'essenza è l'astinenza, e non un rifiuto delle proteine ​​animali.

La preparazione per il Grande Post significa purezza di pensieri, desideri e azioni. Attraverso il controllo del corpo, una persona è purificata da pensieri malvagi, passioni e vizi.

preparazione per il grande post

Quando stai digiunando, non hai bisogno di indossare la maschera del sofferente. Le persone spesso fanno questo per indurre gli altri a provare ammirazione, rispetto, simpatia e persino invidia. Ma se vivi e, di conseguenza, digiuni secondo la Bibbia, probabilmente dovresti sapere che il digiuno non dovrebbe essere davanti alla gente, ma davanti a Dio.

E, naturalmente, gli elementi inalienabili del digiuno sono preghiere e confessioni. Dopotutto, rinunciando al cibo, la concupiscenza corporale dovrebbe portare al fatto che una persona calma il corpo e rivela la sua anima in preghiere a Dio.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 34 = 37