Vernice per interni

È molto facile confondersi con la varietà di materiali sul mercato per la finitura della casa, tutti i venditori insistono sul fatto che sono le loro vernici per interni che sono le migliori. Ma poi risulta che non corrispondono completamente ai parametri scritti, rovinano l'acqua o hanno un odore intollerabile. Pertanto, qui elenchiamo i tipi di coloranti più usati per la decorazione d'interni, in modo che l'acquirente non si perda nel negozio quando acquista i prodotti giusti alla vigilia di molte riparazioni a casa.

Perché la vernice è divisa in diversi tipi?

Quando applichiamo la composizione colorante alla superficie, otteniamo il film più sottile composto da tre componenti. Principalmente influenzano le caratteristiche più importanti della pittura per interni. La prima sostanza è un vettore che evapora poco dopo l'applicazione del materiale al soffitto, ai mobili o alle pareti. Il secondo elemento è il pigmento responsabile della colorazione. Il terzo componente, che è sempre presente nelle vernici, è un legante che consente alle particelle fini del pigmento di aderire alla superficie. In questa recensione, divideremo la vernice in specie a seconda del substrato.

Tipi di vernice per interni:

  1. Pittura ad olio
  2. Tali prodotti sono prodotti sulla base di olio essiccato, una volta che non aveva concorrenti ed era molto popolare. La vernice si asciuga molto a lungo, il rivestimento "non respira" e per lungo tempo emette un odore sgradevole. È necessaria un'accurata pulizia preliminare della superficie, altrimenti il ​​film bello ottenuto sarà gonfio. Il costo delle composizioni petrolifere è piuttosto interessante. Inoltre, le formulazioni oleose sono sicure per la salute, hanno un basso consumo, penetrano bene nel legno e hanno un'eccellente resistenza chimica.

  3. Vernice a base d'acqua a base di PVA.
  4. La base di tutti i composti dispersi nell'acqua è l'acqua ordinaria, che li rende attraenti per la finitura dell'edificio residenziale. Le formulazioni di acetato di polivinile sono la varietà più economica. C'è, sia la vernice a base d'acqua interna opaca che lucida. Applicare questi prodotti economici e di alta qualità per il trattamento di pareti in cartongesso e strutture in legno, intonaci, materiali porosi.

    Non è consigliabile dipingere questi prodotti con prodotti in metallo e facciate lucide. Il secondo inconveniente di questa vernice per interni è l'instabilità dell'acqua, per questo motivo si consiglia di utilizzarlo per il trattamento di pareti e soffitti esclusivamente in ambienti asciutti.

  5. Vernici acriliche all'acqua.
  6. Anche l'acqua è un diluente, ma i poliacrilati (polimeri di metile, etile e butil acrilato) formano una sostanza filmogena. I composti freschi sono facili da rimuovere, ma dopo l'essiccazione, lo strato decorativo non teme la pulizia a umido. Tuttavia, notiamo che per i bagni e le cucine vale la pena cercare altri colori affidabili.

  7. Smalto alchidico.
  8. Nella produzione di tali composti si utilizzano vernici alchidiche di due tipi: glittale e pentaphthalic e anche un solvente organico. Questa miscela consente di ottenere dopo la verniciatura un rivestimento duraturo e piuttosto bello, si consiglia di applicare, sia per lavori interni che per strada. La vernice interna alchidica lavabile non subisce alcuna precipitazione, non si consuma, è normale Pittura per interni1serve in bagno, ideale per la lavorazione di porte, finestre, mobili vari. Si asciuga rapidamente, ma i solventi emettono odori sgradevoli per un giorno, il che è un inconveniente.

  9. Vernici al lattice
  10. Le eccellenti composizioni moderne in lattice sono diverse. Esistono vernici in lattice a dispersione d'acqua e vernici a dispersione di acqua acrilico-lattice. I materiali acrilici sono leggermente più costosi, ma più qualitativi, tali vernici per interni sono quasi ideali per le cucine, per la lavorazione di pareti e soffitti nel corridoio o nei bagni.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 3 = 2

Vernice per interni

È molto facile confondersi con la varietà di materiali sul mercato per la finitura della casa, tutti i venditori insistono sul fatto che sono le loro vernici per interni che sono le migliori. Ma poi risulta che non corrispondono completamente ai parametri scritti, rovinano l'acqua o hanno un odore intollerabile. Pertanto, qui elenchiamo i tipi di coloranti più usati per la decorazione d'interni, in modo che l'acquirente non si perda nel negozio quando acquista i prodotti giusti alla vigilia di molte riparazioni a casa.

Perché la vernice è divisa in diversi tipi?

Quando applichiamo la composizione colorante alla superficie, otteniamo il film più sottile composto da tre componenti. Principalmente influenzano le caratteristiche più importanti della pittura per interni. La prima sostanza è un vettore che evapora poco dopo l'applicazione del materiale al soffitto, ai mobili o alle pareti. Il secondo elemento è il pigmento responsabile della colorazione. Il terzo componente, che è sempre presente nelle vernici, è un legante che consente alle particelle fini del pigmento di aderire alla superficie. In questa recensione, divideremo la vernice in specie a seconda del substrato.

Tipi di vernice per interni:

  1. Pittura ad olio
  2. Tali prodotti sono prodotti sulla base di olio essiccato, una volta che non aveva concorrenti ed era molto popolare. La vernice si asciuga molto a lungo, il rivestimento "non respira" e per lungo tempo emette un odore sgradevole. È necessaria un'accurata pulizia preliminare della superficie, altrimenti il ​​film bello ottenuto sarà gonfio. Il costo delle composizioni petrolifere è piuttosto interessante. Inoltre, le formulazioni oleose sono sicure per la salute, hanno un basso consumo, penetrano bene nel legno e hanno un'eccellente resistenza chimica.

  3. Vernice a base d'acqua a base di PVA.
  4. La base di tutti i composti dispersi nell'acqua è l'acqua ordinaria, che li rende attraenti per la finitura dell'edificio residenziale. Le formulazioni di acetato di polivinile sono la varietà più economica. C'è, sia la vernice a base d'acqua interna opaca che lucida. Applicare questi prodotti economici e di alta qualità per il trattamento di pareti in cartongesso e strutture in legno, intonaci, materiali porosi.

    Non è consigliabile dipingere questi prodotti con prodotti in metallo e facciate lucide. Il secondo inconveniente di questa vernice per interni è l'instabilità dell'acqua, per questo motivo si consiglia di utilizzarlo per il trattamento di pareti e soffitti esclusivamente in ambienti asciutti.

  5. Vernici acriliche all'acqua.
  6. Anche l'acqua è un diluente, ma i poliacrilati (polimeri di metile, etile e butil acrilato) formano una sostanza filmogena. I composti freschi sono facili da rimuovere, ma dopo l'essiccazione, lo strato decorativo non teme la pulizia a umido. Tuttavia, notiamo che per i bagni e le cucine vale la pena cercare altri colori affidabili.

  7. Smalto alchidico.
  8. Nella produzione di tali composti si utilizzano vernici alchidiche di due tipi: glittale e pentaphthalic e anche un solvente organico. Questa miscela consente di ottenere dopo la verniciatura un rivestimento duraturo e piuttosto bello, si consiglia di applicare, sia per lavori interni che per strada. La vernice interna alchidica lavabile non subisce alcuna precipitazione, non si consuma, è normale Pittura per interni1serve in bagno, ideale per la lavorazione di porte, finestre, mobili vari. Si asciuga rapidamente, ma i solventi emettono odori sgradevoli per un giorno, il che è un inconveniente.

  9. Vernici al lattice
  10. Le eccellenti composizioni moderne in lattice sono diverse. Esistono vernici in lattice a dispersione d'acqua e vernici a dispersione di acqua acrilico-lattice. I materiali acrilici sono leggermente più costosi, ma più qualitativi, tali vernici per interni sono quasi ideali per le cucine, per la lavorazione di pareti e soffitti nel corridoio o nei bagni.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

80 − = 77