Muffa sulle violette

Fiori al coperto, così come i fiori del giardino, a volte si ammalano. Ciò accade per vari motivi: suolo povero, irrigazione eccessiva, condizioni inadeguate. Ad esempio, le viole sono spesso infestate da peronospora, acari, afidi. Soffrono di malattie fungine, in particolare dell'oidio. Scopriamo come trattare i fiori in questo caso e come trattare le violette dalla rugiada polverosa.

Come curare il viola dall'oidio?

Le foglie di una viola affette da questa malattia avranno un rivestimento biancastro e appariranno polverose. Ma non è affatto polvere - è un rivestimento bianco di micelio. Può essere formato non solo su foglie, ma anche su steli e peduncoli.

Per liberare le tue viole preferite dalla muffa, è necessario comprendere le ragioni della sua comparsa. E possono essere diversi:

  • sovralimentazione del fiore con azoto in condizioni di carenza di fosforo e potassio nel terreno;
  • alta umidità nella stanza a basse temperature di manutenzione;
  • polvere e sporcizia su una mensola con fiori;
  • illuminazione insufficiente della pianta.

Di norma, non è difficile trattare con l'oidio delle violette. Sarà sufficiente utilizzare un singolo getto di piante malate con un agente antifungino. Per questi scopi sono adatti fungicidi come "Benlat" o "Fundazol". Si noti che la malattia potrebbe colpire e stare in piedi vicino alle violette, anche se il raid non è ancora visibile, quindi è meglio elaborare l'intera raccolta in una sola volta. Se uno spray non aiuta, dopo 10 giorni è possibile ripetere la procedura o utilizzare un "Topazio" di preparazione più forte.

Il trattamento della peronospora nelle viole è possibile e rimedi popolari - per questo utilizzare soluzioni di soda calcinata o solfato di rame con sapone, una sospensione di zolfo colloidale, un'infusione di sterco di vacca marcito.

E per prevenire la ricaduta dell'oidio nelle viole dopo il trattamento, cerca di creare le giuste condizioni per i tuoi fiori: tieni la mensola o il davanzale puliti, osserva il regime di temperatura e alimenti fertilizzanti complessi in quantità adeguate. Posiziona queste piante meglio sui lati nord-orientali. E se le tue finestre guardano a ovest oa sud, assicurati di ombreggiare le viole, specialmente d'estate.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 6 = 1

Muffa sulle violette

Fiori al coperto, così come i fiori del giardino, a volte si ammalano. Ciò accade per vari motivi: suolo povero, irrigazione eccessiva, condizioni inadeguate. Ad esempio, le viole sono spesso infestate da peronospora, acari, afidi. Soffrono di malattie fungine, in particolare dell'oidio. Scopriamo come trattare i fiori in questo caso e come trattare le violette dalla rugiada polverosa.

Come curare il viola dall'oidio?

Le foglie di una viola affette da questa malattia avranno un rivestimento biancastro e appariranno polverose. Ma non è affatto polvere - è un rivestimento bianco di micelio. Può essere formato non solo su foglie, ma anche su steli e peduncoli.

Per liberare le tue viole preferite dalla muffa, è necessario comprendere le ragioni della sua comparsa. E possono essere diversi:

  • sovralimentazione del fiore con azoto in condizioni di carenza di fosforo e potassio nel terreno;
  • alta umidità nella stanza a basse temperature di manutenzione;
  • polvere e sporcizia su una mensola con fiori;
  • illuminazione insufficiente della pianta.

Di norma, non è difficile trattare con l'oidio delle violette. Sarà sufficiente utilizzare un singolo getto di piante malate con un agente antifungino. Per questi scopi sono adatti fungicidi come "Benlat" o "Fundazol". Si noti che la malattia potrebbe colpire e stare in piedi vicino alle violette, anche se il raid non è ancora visibile, quindi è meglio elaborare l'intera raccolta in una sola volta. Se uno spray non aiuta, dopo 10 giorni è possibile ripetere la procedura o utilizzare un "Topazio" di preparazione più forte.

Il trattamento della peronospora nelle viole è possibile e rimedi popolari - per questo utilizzare soluzioni di soda calcinata o solfato di rame con sapone, una sospensione di zolfo colloidale, un'infusione di sterco di vacca marcito.

E per prevenire la ricaduta dell'oidio nelle viole dopo il trattamento, cerca di creare le giuste condizioni per i tuoi fiori: tieni la mensola o il davanzale puliti, osserva il regime di temperatura e alimenti fertilizzanti complessi in quantità adeguate. Posiziona queste piante meglio sui lati nord-orientali. E se le tue finestre guardano a ovest oa sud, assicurati di ombreggiare le viole, specialmente d'estate.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 78 = 85