Aeratore per vino

Le proprietà aromatiche e gustative dei vini invecchiati erano apprezzate dall'uomo fin dall'antichità. Per migliaia di anni la bevanda fu circondata da mistero e simbolismo, e allo stesso tempo si sviluppò la cultura del consumo del vino. Oggi, non solo il sommelier preparato sa come migliorare il gusto del vino, ma anche i consumatori comuni. In molti modi, l'invenzione moderna - l'aeratore per il vino contribuisce alla divulgazione del gusto. Grazie all'erogatore del vino, la bevanda è satura di ossigeno e si apre sul nuovo lato.

Perché il vino "respira"?

Il fatto che il vino cambi il gusto per il meglio dopo che l'interazione con l'ossigeno è stata conosciuta per molto tempo. In questo caso non stiamo parlando di vini di lunga durata che hanno già acquisito un gusto vellutato, ma di un vino giovane che, per il contenuto di tannini, ha toni di sapore piuttosto aspro e aspro. I polifenoli dei tannini contenuti nell'uva sono necessari perché il vino sia conservato a lungo e non sia ossidato, ma prima di consumarlo è importante liberarsi dei vapori in modo che la bevanda possa aprirsi. Per quello che serve un aeratore, è per una trasformazione istantanea, quando, a contatto con l'aria, il vino diventa morbido e piacevole.

Decanter o aeratore?

Ai fini dell'aerazione, navi speciali - i decantatori sono stati inventati da molto tempo. Si distinguono per un ampio fondo piatto e un collo stretto, in modo che il vino possa resistere al consumo, "respirare" e allo stesso tempo preservare i suoi aromi di frutta. La difficoltà sta nel fatto che nel decanter il vino dovrebbe passare molto tempo - da mezz'ora a diverse ore, e l'aeratore del vino consente di ridurre la durata del processo a diversi secondi.

Qual è il principio di funzionamento di un aeratore del vino?

aeratore del vino

Capire cosa sia un aeratore per il vino non è affatto difficile, dal momento che non ha meccanismi complicati. L'inventore del areatore Rio Sabadichchi non era intenditori di vino, ma engineering del cervello lo ha indotto a pensare al disegno, che consentirebbe la bevanda a contatto con l'aria intorno al campo di applicazione, non solo in superficie, come nel decanter. Di conseguenza, è apparso un bulbo di vetro, attraverso il quale il vino è versato nei bicchieri. La particolarità del bulbo sono i canali d'aria. Quando il vino sotto pressione versato attraverso la muffola, e un vuoto viene aspirata attraverso questi canali ossigeno che viene mescolata con il vino, le coppie "extra" vengono rimossi. L'aeratore per il vino rosso e l'aeratore per il bianco si differenziano per le dimensioni dell'imbuto interno e per il rendimento, dovuto alle diverse proprietà delle bevande.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

36 − 31 =

Aeratore per vino

Le proprietà aromatiche e gustative dei vini invecchiati erano apprezzate dall'uomo fin dall'antichità. Per migliaia di anni la bevanda fu circondata da mistero e simbolismo, e allo stesso tempo si sviluppò la cultura del consumo del vino. Oggi, non solo il sommelier preparato sa come migliorare il gusto del vino, ma anche i consumatori comuni. In molti modi, l'invenzione moderna - l'aeratore per il vino contribuisce alla divulgazione del gusto. Grazie all'erogatore del vino, la bevanda è satura di ossigeno e si apre sul nuovo lato.

Perché il vino "respira"?

Il fatto che il vino cambi il gusto per il meglio dopo che l'interazione con l'ossigeno è stata conosciuta per molto tempo. In questo caso non stiamo parlando di vini di lunga durata che hanno già acquisito un gusto vellutato, ma di un vino giovane che, per il contenuto di tannini, ha toni di sapore piuttosto aspro e aspro. I polifenoli dei tannini contenuti nell'uva sono necessari perché il vino sia conservato a lungo e non sia ossidato, ma prima di consumarlo è importante liberarsi dei vapori in modo che la bevanda possa aprirsi. Per quello che serve un aeratore, è per una trasformazione istantanea, quando, a contatto con l'aria, il vino diventa morbido e piacevole.

Decanter o aeratore?

Ai fini dell'aerazione, navi speciali - i decantatori sono stati inventati da molto tempo. Si distinguono per un ampio fondo piatto e un collo stretto, in modo che il vino possa resistere al consumo, "respirare" e allo stesso tempo preservare i suoi aromi di frutta. La difficoltà sta nel fatto che nel decanter il vino dovrebbe passare molto tempo - da mezz'ora a diverse ore, e l'aeratore del vino consente di ridurre la durata del processo a diversi secondi.

Qual è il principio di funzionamento di un aeratore del vino?

aeratore del vino

Capire cosa sia un aeratore per il vino non è affatto difficile, dal momento che non ha meccanismi complicati. L'inventore del areatore Rio Sabadichchi non era intenditori di vino, ma engineering del cervello lo ha indotto a pensare al disegno, che consentirebbe la bevanda a contatto con l'aria intorno al campo di applicazione, non solo in superficie, come nel decanter. Di conseguenza, è apparso un bulbo di vetro, attraverso il quale il vino è versato nei bicchieri. La particolarità del bulbo sono i canali d'aria. Quando il vino sotto pressione versato attraverso la muffola, e un vuoto viene aspirata attraverso questi canali ossigeno che viene mescolata con il vino, le coppie "extra" vengono rimossi. L'aeratore per il vino rosso e l'aeratore per il bianco si differenziano per le dimensioni dell'imbuto interno e per il rendimento, dovuto alle diverse proprietà delle bevande.

Written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

− 3 = 2